L’obesità è il nome dato all’accumulo di grasso in eccesso nel corpo. L’aumento del tessuto adiposo nel corpo interrompe l’equilibrio ormonale del corpo e provoca un aumento di peso maggiore. L’aumento della quantità di grasso provoca il deterioramento della salute del corpo, l’incapacità degli organi di svolgere le loro funzioni e la formazione di alcune malattie. Con l’aumento della massa grassa nel corpo, si osservano sintomi come malattie cardiovascolari, fegato grasso e aumento degli enzimi, deterioramento del tessuto cutaneo, distress respiratorio, russamento, apnea notturna, sudorazione eccessiva e dolore articolare.

Quali sono le cause dell’obesità?

La causa principale dell’obesità sono i disturbi nutrizionali. L’obesità è comune nelle persone che seguono una dieta squilibrata e non fanno esercizio. Il consumo di cibi ipercalorici e grassi porta all’obesità.

Una delle cause dell’obesità è la predisposizione genetica. L’80% delle persone i cui genitori sono obesi sono predisposti all’obesità.

Come viene eseguita la chirurgia bariatrica?

Esistono diversi metodi di applicazione nella chirurgia dell’obesità. Tuttavia, in generale, la chirurgia dell’obesità viene eseguita sotto forma di 3 o 4 piccole incisioni nell’addome del paziente che viene addormentato in anestesia generale, raggiungendo lo stomaco con apposite telecamere, rimuovendo una certa parte dello stomaco e dando il nuova forma dello stomaco e suturando quell’area. Dopo aver preparato le medicazioni necessarie, l’intervento chirurgico per l’obesità è completato. La durata dell’intervento varia in base al metodo chirurgico applicato e alla manualità del medico.

Quali sono i metodi utilizzati nel trattamento dell’obesità?

Chirurgia dello stomaco del tubo (gastrectomia della manica)

La chirurgia della manica gastrica è oggi uno dei metodi di trattamento chirurgico più preferiti nel campo dell’obesità. È anche noto come intervento chirurgico di riduzione dello stomaco tra le persone. In questo intervento viene rimossa gran parte dello stomaco e il suo volume viene ridotto.

Bypass gastrico

Con l’intervento di bypass gastrico si bypassano lo stomaco e una parte dell’intestino tenue e si mira a che il cibo assunto raggiunga direttamente le ultime parti dello stomaco senza visitare tutto o gran parte dello stomaco, il duodeno e il primo parti dell’intestino tenue.

Palloncino gastrico

Nel metodo del palloncino gastrico, un palloncino viene posizionato nello stomaco con un dispositivo endoscopico. Il palloncino viene quindi gonfiato per creare una sensazione di sazietà.

Botox per lo stomaco

Entrando nello stomaco con il metodo endoscopico, il Botox viene iniettato nei punti necessari, in modo che la persona si senta più piena. Il periodo di recupero nel botox dello stomaco è molto più breve rispetto ad altre procedure.

Interruttore duodenale

Il processo di cambio duodenale porta a una maggiore perdita di peso poiché influisce direttamente sul metabolismo. È un metodo valido per le persone con un indice di massa corporea superiore a 50 Kg/m2. In questo intervento chirurgico, sia l’assunzione di cibo è limitata sia l’assorbimento del cibo ingerito è ridotto.

Prima della chirurgia dell’obesità

C’è un certo periodo di preparazione prima dell’intervento chirurgico per l’obesità. Innanzitutto, se il paziente ha bisogno di dimagrire prima dell’operazione, deve raggiungere il peso ideale fino al giorno dell’operazione. Successivamente, l’uso di farmaci come anticoagulanti deve essere interrotto almeno 1 settimana prima dell’operazione. Nel processo successivo vengono eseguiti gli esami del sangue necessari del paziente. Se il paziente ha problemi di salute e altri farmaci utilizzati, deve essere consultato lo specialista. Il completamento dei preparativi raccomandati dal medico supporterà il completamento con successo dell’intervento chirurgico. Dopo che tutti questi processi sono stati completati, il paziente è pronto per l’intervento chirurgico.

Nutrizione dopo chirurgia bariatrica

È molto importante rispettare il programma dietetico di 1 anno preparato appositamente per il paziente dopo l’operazione. Poiché il paziente deve fare un deficit calorico dopo l’operazione, il cibo che mangia deve avere un alto valore nutritivo. L’assunzione di proteine ad alto valore nutritivo è importante. Poiché sono cibi grassi, zuccherati e bevande ipercaloriche, il loro consumo previene la perdita di peso. Il programma nutrizionale del paziente comprende un basso contenuto di carboidrati e un alto contenuto proteico.

Il paziente viene inizialmente alimentato con alimenti a base liquida dopo l’operazione. Quindi, l’alimentazione viene modificata per fasi e viene stilata la lista della dieta che lo specialista ritiene appropriata. Il paziente deve masticare molto il cibo e facilitare la digestione e consumare la quantità di acqua consigliata dal medico.

Al fine di prevenire la diminuzione dei valori ematici causata dal consumo di meno cibo rispetto a prima, è necessario utilizzare gli integratori vitaminici e minerali necessari con la raccomandazione di un medico.

Le fasi nutrizionali dopo la chirurgia dell’obesità sono le seguenti;

Fase 1: dieta liquida

Nei giorni successivi all’operazione inizia il periodo di alimentazione del liquido. Durante questo periodo si passa ai cibi liquidi. Vengono consumati alimenti come latte scremato, zuppa e brodo, tè o caffè decaffeinato, succhi di frutta non zuccherati.

Fase 2: dieta per purea

Nella fase in cui i cibi liquidi vengono gradualmente rilasciati, viene avviata una dieta a base di purea. Gli alimenti consumati vengono alimentati schiacciandoli con l’aiuto di un frullatore. Le spezie non devono essere consumate in quanto irritano lo stomaco. Durante questo periodo, gli alimenti ricchi di proteine, frutta e verdura dovrebbero essere consumati sotto forma di purea. Si possono preferire frutta come banana, pesca, albicocca, pera, ananas, melone. Verdure passate come pomodori, spinaci, carote e fagiolini possono essere aggiunti al programma dietetico.

Fase 3: dieta morbida

In questa fase avviene il passaggio a cibi acquosi e facilmente masticabili. Il cibo deve essere consumato lentamente e masticato accuratamente. Di solito, questa fase viene superata dopo la 5a settimana dall’intervento.

Alcuni dei nutrienti in questa fase includono:

Fase 4: dieta standard

Dopo l’intervento chirurgico per l’obesità, la dieta standard viene iniziata dopo la nona settimana. Dopo questa fase, l’obiettivo è l’alimentazione a base di proteine. In questa fase si possono preferire le carni morbide. Si consumano verdure crude come lattuga e carote. Il consumo di liquidi è continuato in modo controllato. La lista della dieta può essere diversificata 3 mesi dopo l’operazione.

Processo di perdita di peso dopo l’operazione

È il punto più importante da prestare attenzione alla nutrizione dopo l’intervento chirurgico per l’obesità. Dopo aver fornito la giusta dieta, il processo di perdita di peso può richiedere fino a 1 anno. In questo processo, sebbene si verifichi una rapida perdita di peso, la perdita di peso può interrompersi per un certo periodo di tempo. Il peso desiderato si perde con una dieta attenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.